mercoledì 29 luglio 2009

SULLA BUONA STRADA


Questo è quanto dichiarato dall'attuale Sindaco di Terni Paolo Raffaelli presentando i dati della ricerca Istat dedicata allo studio della gestione dei rifiuti urbani nei capoluoghi italiani.L'analisi abbraccia il periodo dal 2000 al 2007 individuando come percentualmente i vari comuni hanno organizzato il proprio sistema di smaltimento fra:
compostaggio
conferimento in discarica
incenerimento
recupero Il Sindaco Raffaelli:
"Siamo di fronte a valutazioni incontrovertibili che fanno giustizia, perché elaborate da un istituto indipendente e sulla base di elementi scientifici, di tante banalità demagogiche e strumentali.La realtà vera è che la gestione dei rifiuti a Terni è stata negli ultimi anni virtuosa, soprattutto perché da parte dell'Amministrazione comunale e dell'Asm sono state compiute scelte lungimiranti, coraggiose ed attente a tutte le fasi del recupero."Il Presidente dell'Asm Stefano Tirinzi
"La raccolta differenziata è certamente importante, ma certamente ancora più significativi sono il recupero e il riciclo, che rappresentano il valore aggiunto e l'obiettivo finale di ogni oculata operazione in questo delicato settore."Con il 39,4 % del totale dei rifiuti urbani prodotti destinati al compostaggio Terni risulta infatti nel 2007 la città più virtuosa d'Italia in questo ambito, precedendo Villacidro in Sardegna (37,6%), Perugia (33,0%), Novara (28,5%) e Cuneo (28,1%).Considerando congiuntamente le operazioni per il recupero e per il compostaggio, la nostra città è 13esima in assoluto con il 52,5% di rifiuti urbani smaltiti attraverso questi processi e fa parte dei soli 18 capoluoghi italiani virtuosi che superano il 50%.In cifre assolute, Terni è passata dai 20,9 chilogrammi per abitante di rifiuti recuperati nel 2000, quando la media nazionale era di 94,8 kg (quindi quasi 5 volte superiore a quella ternana), ai 145,7 kg per abitante del 2007, con una crescita del 700% e superando la media nazionale (132,6 kg).Per quanto riguarda il compostaggio, a Terni nel 2007 sono stati avviati a questo procedimento 184,9 kg pro capite di rifiuti urbani, 5 volte più della media nazionale (36,8 kg).i rifiuti inceneriti per ogni abitante, che nel 2000 nella nostra città erano stati di quasi tre volte superiori alla media nazionale (198,2 kg a Terni contro 77,2 in Italia) nel 2007 sono scesi a 113,2 kg pro capite, di poco superiori alla media italiana (102,1 kg).Per quanto riguarda infine i rifiuti conferiti in discarica, a Terni nel 2007 sono stati 186 chilogrammi per abitante, circa la metà di quelli (352,2 kg) destinati in media alle discariche in tutto il territorio nazionale.

UN PICCOLO PASSO PER UN GRANDE FUTURO

domenica 26 luglio 2009

PARLIAMO DI COMPOSTAGGIO DOMESTICO


Il 7 agosto 2009 alle ore 21.00 in piazza IV Novembre SIANO ECOSOTENIBILE farà il suo primo incontro informativo ufficiale.
Punti fondamentali da trattare: COME SI FA' - COME FUNZIONA - QUANTO E' COSTOSO - QUANTO POSSO RISPARMIARE - COSA POSSO CHIEDERE AI NOSTRI DIPENDENTI DELLA CASA COMUNALE.
Ci sarà una presentazione del movimento e delle sue finalità, una parte pratica (la costruzione della compostiera e l'inserimento degli avanzi alimentari) e con la partecipazione dei presenti all'evento anche un dibattito.
Con questo evento s'intende ufficializzare e concrettizzare l'idea di una Siano ecosostenibile, di una Siano giovane e dinamica, di una Siano che ha rispetto della natura e del suoi cicli, di una Siano che vuole essere indipendente.

UN PICCOLO PASSO PER UN GRANDE FUTURO.

lunedì 20 luglio 2009

BISOGNO DI CAMBIARE

Tu non hai bisogno di cambiare questo sistema? AIUTIAMOCI A CAMBIARE IL NOSTRO PAESE , I PASSI SONO PRINCIPALMENTE TRE: CAMBIARE I CANANLI D'INFORMAZIONE, CAMBIARE LE NOSTRE ABITUDINI DA CONSUMISTI SCELLERARI, PARLARNE CON TUTTI. E' inutile se parliamo solo su internet. Questo è un buon canale di comunicazione ed informazione ma poi ci sono i fatti che contano e che fanno la differenza. Alcuni contanti su FB dicono che quello che si discute qui è GIUSTO (cioè per loro è una cosa giusta) ma manca il proseguio, PERCHE'???? Alcuni ne parlano solo su questo contatto FB mentre con i loro amici nemmeno un accenno. Ora se la cosa è GIUSTA, se il movimento SIANO ECOSOSTENIBILE è una cosa giusta perchè non ne parlano con i loro contatti? Di chi, o di cosa hanno paura? E' Giusto ma non ne parliamo con nesuno. E' GIUSTO ma non lo condivido con nessuno. Il cambiamento è necessatio ma forse è meglio non dirlo perchè mi prenderebbero in giro. E' necessario ed è giusto ma parlarne mi mente nella condizione di farmi qualche nemico. E' necessario ma potrebbero non capire.
PARLIAMONE CON TUTTI. POSTA TUTTI I TUOI AMICI. FAI SENTIRE CHE TU HAI LE IDEE CHIARE. CHE TU NN SEI NELLA MASSA. SINAO ECOSOSTENIBILE E' L'UNICA REALTA' ALTERNATIVA CHE POSSA CREARE UNA NUOVA PROSPETTIVA PER SIANO.

FAI ACQUA DA TUTTE LE PARTI

Monta i riduttori di flusso sui tuoi rubinetti, riduci il consumo di acqua e di energia. Vantaggioso
I riduttori di flusso installati sui rubinetti di casa miscelano l'acqua e l'aria riducendo il consumo di quasi il 50% senza diminuire l'efficacia e il comfort. Ridurre il fabbisogno di acqua calda produce un corrispondente calo del consumo di energia per produrla.
Fare la doccia invece del bagno in vasca richiede fino a 4 volte meno energia e se usi una doccia con riduttore di flusso puoi ridurre le emissioni di CO2 fino a 230 kg in un anno e risparmiare fino a 35 euro. Chiudere il rubinetto mentre ti spazzoli i denti riduce di 3 kg l'anno la CO2 rilasciata e il costo della bolletta di 5 euro.Produrre acqua per usi domestici, prelevandola alla fonte e depurandola dopo l'uso e garantirne la distribuzione, è un processo che consuma notevoli quantità di energia. Inoltre l'acqua è una delle risorse naturali non riproducibili vitali per l'uomo. Impegnarsi per il suo risparmio è quindi un dovere di ognuno.
Fare la doccia invece del bagno nella vasca; chiudere il rubinetto mentre ti radi o ti lavi i denti; controllare che i rubinetti non perdano; lavare le verdure in un contenitore e non sotto il getto di acqua corrente; installare uno sciacquone a scarico differenziato o dotato del tasto di stop immediato; usare la lavatrice e la lavastoviglie solo a pieno carico e con programmi a media temperatura; innaffiare il giardino di sera invece che durante le ore più calde; ridurre il numero di lavaggi dell'auto e farlo utilizzando il secchio per risciacquarla; è il contributo che puoi dare e che conviene a te e all'ambiente.
Per la determinazione del risparmio economico si è preso a riferimento il costo dell'energia elettrica a 0,16 Euro/kWh, per il calcolo delle emissioni si è considerato quello prodotto da elettricità prodotta con gas naturale con emissione totale di gas ad effetto serra di 616 g/kWh. Le stime sono fatte in modo prudenziale e si basano sui consumi medi di una famiglia di quattro persone.

DAI LUCE AL TUO RISPARMIO

Se installi lampadine a basso consumo riduci il tuo peso sull'ambiente e il peso della bolletta sulle tue tasche. IlluminanteUna lampadina a basso consumo (CFL: fluorescente compatta) da 20 W, illumina come una lampadina ad incandescenza da 100 W, consumandoperò l'80% in meno di energia elettrica.Inoltre le lampadine a basso consumo hanno una vita media molto superiore (10.000 ore rispetto alle 1.000 ore di una lampada di vecchio tipo) e quindi il maggiore costo iniziale (circa 5 volte in più) è ampiamente compensato dalla durata e dal risparmio che garantisce.Sostituire una lampadina ad incandescenza da 100 W con una del tipo a basso consumo produce un risparmio di 15 euro l'anno ed una minore emissione di CO2 di circa 60 Kg in un anno.Puoi risparmiare sui costi di illuminazione della tua casa anche scegliendo lampadari con un unico punto luce (6 lampadine da 20 W garantiscono la stessa luminosità di una da 100 W ma consumano quasi il 50% in più), scegliendo colori chiari per le pareti delle stanze (i colori scuri assorbono la luce e quindi richiedono maggiore potenza per garantire la stessa luminosità), ricordandoti di pulire le lampadine perché fumo, polvere e vapori grassi della cucina possono ridurre la quantità di luce emessa fino al 20%. Preferisci inoltre la luce diretta perché quella riflessa è fonte di dispersioni.Anche spegnere le luci quando non servono è un comportamento consumabile. Una lampadina da 100 W lasciata accesa per 4 ore al giorno in una stanza vuota costa 15 euro l'anno e 60 Kg di CO2 rilasciati in atmosfera.
Per la determinazione del risparmio economico si è preso a riferimento il costo dell'energia elettrica a 0,16 Euro/kWh, per il calcolo delle emissioni si è considerato quello prodotto da elettricità prodotta con gas naturale con emissione totale di gas ad effetto serra di 616 g/kWh. Le stime sono fatte in modo prudenziale e si basano sui consumi medi di una famiglia di quattro persone.

CONSAPEVOLE ECOLOGICO

Differenzia i rifiuti che produci: separare la carta, il vetro, la plastica, l'alluminio e l'organico riduce le discariche e le emissioni. Naturale
Nei nostri comportamenti quotidiani possiamo produrre meno rifiuti, ad esempio riutilizzando le borsine di plastica del supermercato, o scegliendo prodotti con imballaggi ridotti, o quelli con contenitori riutilizzabili.
Ma è altrettanto importante che i rifiuti che produciamo vengano differenziati e riciclati. Le discariche sono responsabili di oltre il 3% delle emissioni di gas ad effetto serra a causa del metano prodotto dalla decomposizione dei rifiuti organici.
Riciclare una lattina di alluminio fa risparmiare il 90% dell'energia necessaria a produrne una nuova e 9 kg di CO2 per ogni chilo di alluminio.
Per ogni chilo di plastica riciclato si risparmiano 1,5 kg di CO2 e 0,3 kg per ogni chilo di vetro riciclato.
Evitare di buttare un chilo di carta nei rifiuti ci risparmia 900 grammi di emissioni di CO2 in atmosfera oltre alle emissioni di metano causate dalla sua decomposizione in discarica.
Per la determinazione del risparmio economico si è preso a riferimento il costo dell'energia elettrica a 0,16 Euro/kWh, per il calcolo delle emissioni si è considerato quello prodotto da elettricità prodotta con gas naturale con emissione totale di gas ad effetto serra di 616 g/kWh ed i costi e le condizioni di produzione dei materiali a nuovo. Le stime sono fatte in modo prudenziale e si basano sui consumi medi di una famiglia di quattro persone.
SE VUOI CAMBIARE QUALCOSA INIZIA A CAMBIARE QUALCOSA: LE TUE ABITUDINI.

sabato 4 luglio 2009

RIDUCI, RIUSA, RICICLA...

Il primo incontro di Siano Ecosostenibile e stato fatto Sabato 20 giugno alle 20.30 al caffè mary Bar sport. E' stato un incontro di prova, diciamo giusto per rompere il ghiaccio. Le persone presenti erano circa un decina. Amici di FaceBook c'erano Giovanni Di Benedetto, Giuseppe Cardaropoli e Alessandro Villani. Gli argomenti che sono stati trattati: No ai CancroValorizzatori; Rifiuti ZERO; Raccolta differenziata porta a porta SPINTA e a TARIFFA PUNTUALE. Sono stati presi alcuni esempio come il comune di Capannoli in Toscana. Un comune ch'è stato premiato fra i comuni più virtuosi d'Italia e in Europa. leggi il sito del Comune di Capannori http://www.capannorinews.info/ - http://www.comune.capannori.lu.it/ e ben fatto, semplice, sempre aggiornato. Alessio Ciacci ci spiega come si applica la filosofia RIFIUTI ZERO, guarda questo video http://it.euronews.net/2009/05/25/capannori-rifiuti-zero-entro-il-2020/ lui ci crede ma anche noi. Vedendo i dati che il comune di Capannori ha raggiunto in un solo anno dal 2007-2008 ho fatto questa domanda ai pochi partecipanti: come mai a Siano si fa la raccolta differenziata porta a porta da circa 5-6 anni e abbiamo anche un aumento della tassa sui rifiuti? Visto che a Capannori si risparmia il 50% rispetto al 2005-2006 noi quanto dovremmo risparmiare?
Il Signor Alessio Ciacci è stato invitato da SIANO ECOSOSTENIBILE a partecipare all'incontro del 6 agosto 2009 che stiamo organizzando. Aspettiamo la sua disponibilità visto i suoi numerosi impegni questo assesore non ha molto tempo libero, questo lavora sul serio.
Comunque l'incontro si è concluso anche con un dibattito con un CARABINIERE dei N.O.E. di Napoli che segue in primo piano le vicende dei rifiuti campani. Dopo l'incontro siamo stati cullati dalla bella voce e chitarra di FRANCESCO MACALUSO che ha cantato VENDITTI. Non è mancata una perla di canzone che scritto con il suo cuore. UNITI POSSIAMO REALIZZARE UNA SIANO MIGLIORE NOI CI CREDO DATECI UNA MANO.

UN PAESE ESEMPIO

Loading...