venerdì 16 ottobre 2009

La Scuola EcoSostenibile

LA SCUOLA ECOSOSTENIBILE
Dopo l’incontro del 2 ottobre 2009 fra Alessio Ciacci e le classi di quinta delle scuole elementari di Siano abbiamo visto e vissuto l’interesse che i bambini mostravano sulla questione dei “RIFIUTI ZERO” sentendosi protagonisti e più responsabili degli adulti. Bambini consapevoli che non basta fare il proprio dovere in materia di salvaguardia dell’ambiente.
. Alle domande di Alessio Ciacci, scaturite da esempi di vita quotidiana, i bambini sapevano e rispondevano criticando il modo di porsi di alcuni adulti (nello specifico molte volte i genitori) nella semplice attuazione (secondo i bambini) delle norme naturali per sostenere il nostro SISTEMA NATURA.
I bambini ed i loro interventi ci fanno riflettere. Forse la ricerca di una coscienza responsabile in materia di rispetto dell’ambiente e tutela del verde appartiene esclusivamente ad un bisogno degli adulti, genitori ed insegnati e non dei bambini che sentono, percepiscono e vivono LA NATURA. Per cui nella stesura del programma “RIFIUTI ZERO” sentiamo il bisogno di realizzare un rovesciamento dei ruoli mettendo i bambini come insegnati (una volta ogni 15giorni in assemblee). I bambini possono in tutta libertà esprimere le loro idee per capire dove noi adulti commettiamo degli sbagli e come poter riparare. Saranno loro attraverso un percorso di apprendimento sulle tematiche ambientali, ciclo della natura, inquinamento ecc, che potranno fornirci delle idee per affrontare le tematiche su: RIFIUTI ZERO, CEMENTIFICAZIONE ZERO, ARIA PULITA, ACQUA PUBBLICA, VIABILITA’, EDILIZIA.
Ad alcuni bambini delle scuole elementari abbiamo ipotizzato di realizzare un paese senza smog e senza rifiuti. Quando si è parlato di un paese solo percorso da bici i bambini ne sono stati entusiasti, l’idea di strade senza auto i bambini sono impazziti di gioia alla proposta di chiamare le strade con i personaggi delle fiabe toccano l’apoteosi ed infine ci hanno consigliato di riempire le strade di alberi e fiori e si sono sentiti in paradiso.
Ma la cosa “strana” che anche noi adulti, responsabili dell’inquinamento e del consumismo scellerato, a sentire queste idee ci sorride il cuore …
Fatte queste ed altre riflessioni SIANOECOSOSTENIBILE chiede alla scuola Elementare, scuola Media e alle amministrazioni del nostro paese d’inserire nel consiglio comunale la presenza di bambini i quali possono collaborare alle decisioni che mirano a realizzare un futuro per loro stessi con una percezione e sensibilità migliore di come lo hanno fatto gli adulti in passato. Importante nella riuscita del progetto è estirpare quegli argomenti che ci costringono ad attingere a surrogati pensieri filosofici della società di oggi che ci fa pensare che tutto questo sono solo scemenze. Il Consiglio Comunale compartecipato dai bambini non deve essere visto come una sede distaccata o da mettere in uno spazio ben definito è lontano dalle decisioni. Deve essere il fulcro che faccia riflettere sulle valutazioni reali di un progetto e che possa migliorare il discorso fino a diventare stimolo per il miglioramento del nostro paese.
NOI CREDIAMO NEI NOSTRI FIGLI E VOI?
Per partire in tal direzione il COMITATO CITTADINO SIANOECOSOSTENIBILE in collaborazione con la Scuola ed il Comune propone di realizzare UNA BANCA ECOLOGICA allo scopo di sensibilizzare gli adulti attraverso il gioco dei bambini, d’insegnare agli insegnati come il loro esempio è fondamentale come quello dei genitori. I Bambini vanno guidati ma alle loro provocazioni, ai loro bisogni naturali, alla progettualità del loro futuro noi abbiamo molto da imparare.
Il nostro comune è COMUNE RICICLONE IN CAMPANIA, cioè facciamo molto bene la raccolta differenziata separando i materiali da riciclare, ma questo non basta perché i numeri restano numeri, bisogna ancor di più sensibilizzare il SENSO CIVICO che porti a percorrere la strada dei “RIFIUTI ZERO” per modificare il nostro paese e renderlo fra i paesi più virtuosi in ITALIA per
RIDUZIONE, RIUTILIZZO E RICICLAGGIO dei rifiuti a beneficio del nostro SISTEMA NATURA.
Ora insieme a dei bambini si pensava di organizzare un gioco dove i bambini stessi decidono le regole, sbagliando e migliorando. Questo gioco intende contribuire alla raccolta di materiale da riciclare come la carta, alluminio e plastica.
· Preparare un bozza della BANCA ECOLOGICA (i bambini ne potranno cambiare anche il nome)
· I bambini delle scuole costruiranno appositi contenitori per la raccolta.
· I bambini avranno contatti diretti con COMIECO per imparare il percorso della carta.
· Si visiteranno i vari enti e si interrogheranno i vari responsabili del percorso del riciclaggio.
· Potranno organizzare i ruoli mentre il gioco è in corso migliorandone le regole.
· Programmare la vendita dei materiali da riciclare.
· Obbiettivo del ricavo: una proposta è stata quella di comprare materiale utile per la scuola.
· Stesura del programma definitivo della “BANCA ECOLOGICA”.
· Relazione e commenti al CONSIGLIO COMUNALE.
· Stampa di un depliant riportando: le regole del gioco, i ruoli del gioco, una relazione per classe con relativo fumetto o disegno e consigli per il futuro. Il tutto stampato su carta riciclata.
· Fine.
Questo gioco realizza molteplici sviluppi di coscienza a diversi livelli. Uno quello organizzativo inteso come distribuzione dei ruoli e due una coscienza che interpreti ad ogni scelta le cause e gli effetti che possono avventarsi sul nostro sistema NATURA.
Ma la parte importante è quella di seguire i bambini e le loro idee, così possiamo imparare come la natura con l’intelligenza, la spontaneità con la semplicità d’animo possono produrre un mondo ECOSOSOTENIBILE.
AIUTIAMOCI A CAMBIARE IL NOSTRO PAESE

giovedì 8 ottobre 2009

PROPOSTA DI PROTOCOLO NUMERO 1

PROPOSTA DI PROTOCOLO NUMERO 1
SULLE GRANDI LINEE: COME MIGLIORARE LA NOSTRA VITA
Dopo l’incontro del 2 ottobre 2009 tenutosi a Siano (Sa) , insieme alle persone presenti al convegno: “IL CAMBIAMENTO E’ IN ATTO, RIFIUTI ZERO”, Sindaco di Bracigliano FERDINANDO ALBANO, Assessore al territorio e Ambiente di Mercato San Severino EDUARDO CALIANO, presidente della Bimed IOVINO ANDREA, Assessore all’ambiente di Capannori (LU) ALESSIO CIACCI.
Noi di SIANOECOSOSTENIBILE Proponiamo
una serie di punti su cui costruire un sistema per rendere la vita dei nostri concittadini migliore dal punto di vista dell’INFORMAZIONE, della CULTURA, dell’ AMBIENTE e della VIVIBILITA’. Cercando ognuno nel proprio territorio ( BRACIGLIANO, SIANO, CASTEL SAN GIORGIO, MERCATO SAN SEVERINO) di fare il maggior sforzo possibile realizzando un’intesa a sviluppare una NUOVA POLITICA BASATA SULL’ECOSOSTENIBILITA’ .

1. Individuare un sistema di acquisto di prodotti e servizi a tutela dell’ambiente
2. Individuare sistemi e mercati che non mettono in discussione la salute dei nostri cittadini
3. Proposte e incentivi per la NUOVA ECONOMIA “L’Agricoltura ed l’Allevamento”
4. Scegliere prodotti che abbiano un minore impatto ambientale nelle nostre vicinanze
5. Cercare società che producono prodotti non inquinanti
6. Cercare ed incentivare aziende per la vendita alla spina
7. Rendere migliore la comprensione della raccolta differenziata con tutti i canali d’informazione
8. Proporre la “RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DI ALTA QUALITA’ A TARIFFA PUNTUALE”
9. Riduzione delle risorse energetiche
10. Riduzione delle risorse naturali
11. Riduzione della produzione dei rifiuti
12. Riduzioni degli agenti inquinanti
13. Incentivare l’uso della bici e della passeggiata a piedi
14. Proporre un sistema di circolazione pubblica alimentata ad energia elettrica
15. Disciplinare il comportamento civico iniziando dagli OVER
16. Costituire un gruppo di bambini da rendere partecipi alla TUTELA DELL’AMBIENTE
17. La Scuola attraverso la voce dei bambini fa CONSIGLIO COMUNALE.
18. Informare ed incentivare per il FOTOVOLTAICO
19. Informare ed incentivare sulle ECO-FESTE Sagre e manifestazioni a RIFIUTI ZERO
20. Informare ed incentivare l’uso dei pannolini lavabili
21. Informare ed incentivare il compostaggio domestico
22. Informare ed incentivare gli shoppers (buste per la spesa) ecosostenibile

Nella stesura dei punti sopra elencati sono sicuramente stati dimenticati o non contemplati alcuni che potremmo aggiungere durante i nostri incontri.
I servizi che il nostro sistema mette in atto avvolte non sono valutati dal punto di vista della ricaduta sull’ambiente, inciampando in gravi errori. Come ad esempio nella raccolta differenziata porta a porta viene invitato il cittadino a dividere il materiale di post consumo per rendere più facile il loro riciclaggio e per mantenere l’inquinamento di CO2 basso. Ma se pensiamo che per raccogliere i rifiuti porta a porta usiamo furgoni a diesel noi abbassiamo il tasso d’inquinamenti molto meno rispetto i valori di prima ANNULLANDO così il totale beneficio ambientale che questa operazione doveva renderci.
Quindi ogni scelta che viene proposta per rendere un servizio ai cittadini deve assolutamente rientrare in un PROTOCOLLO che insieme cercheremo di realizzare ed aggiornare fino ad arrivare ad un ottimo rapporto fra prodotti e servizi che abbiano un impatto ambientale positivo se non al 100% quasi pari 99%.
Bisogna fare attenzione anche alle scelte mirate a dare un servizio ai cittadini come la realizzazione di nuovi parcheggi. Costruire nuovi parcheggi dà al cittadino la consapevolezza (sbagliata) che può usare la propria auto in modo sconsiderato ed a proprio piacimento e ancora più grave lo stimola all’acquisto di un’altra auto. Se si tiene conto dell’impatto ambientale negativo con l’aumento dello smog, con la pericolosità di compromettere il tessuto ambientale che lo circonda durante la realizzazione della struttura stessa, e le malattie che aumentano per l’inalazione di CO2 che comporta sulla salute dei nostri figli l’aumento delle asme e delle allergie ( dovute all’aumento dell’inquinamento e non alla polvere quant’essa e data da solo sostanze naturali del terreno) probabilmente gli ideatori stessi farebbero marcia indietro.

Da queste riflessioni pensiamo di chiamare questo protocollo: IMPATTO POSITIVO
Ognuno di noi può fare la sua parte …

UN PAESE ESEMPIO

Loading...